Loading...

Bifidobatteri e flora intestinale nei neonati

I bifidobatteri sono tra i batteri più abbondanti della flora intestinale, il loro numero è anche maggiore in neonati e bambini e giocano un ruolo fondamentale nella difesa dalla colonizzazione da parte di batteri patogeni, tramite la produzione di sostanze specifiche, nel rinforzo della barriera intestinale, nel metabolismo dei nutrienti.
Sono diversi i fattori che condizionano la colonizzazione dell’intestino, sin dalle prime fasi di sviluppo del neonato: fisiologia della madre (età, stile di vita, ecc.), patrimonio genetico, tipo di parto, tipo di allattamento (il latte artificiale ha un patrimonio di Bifidobatteri inferiore rispetto al latte materno), uso precoce di antibiotici. Diversi studi hanno dimostrato che i Bifidobatteri sono in grado di comunicare con il nostro sistema immunitario tramite sostanze specifiche e influiscono sul suo corretto funzionamento. A dimostrazione di questo importante legame, è noto che ridotti livelli di Bifidobatteri nell’intestino dei bambini, li rendono più sensibili allo sviluppo di asma e sindromi atopiche.

Studi condotti da ricercatori di Trento evidenziano come la madre sia la principale fonte di microorganismi tramite un flusso verticale verso il neonato e che questo determini il microbiota del neonato ed in parte la salute futura dell’adulto.
L’allattamento al seno favorisce una predominanza di Bifidobatteri e Batterioidi ed è determinante nel favorire questo tipo di microbiota nei
bambini nati con parto cesareo, nei quali si nota una predominanza di altri batteri, rispetto a quelli nati con parto naturale.

Ancora nessun commento: ma tu puoi essere il primo!  
Share This