Loading...

Conosci l’intolleranza al lattosio?

L’intolleranza al lattosio è un disturbo legato alla mancanza dell’enzima lattasi, responsabile della corretta digestione del lattosio.
Il lattosio è il principale zucchero presente nel latte e viene digerito nell’intestino tenue, dove la lattasi lo scinde nei due zuccheri semplici che lo compongono: galattosio e glucosio; questi sono poi assorbiti a livello intestinale ed utilizzati dal nostro organismo. In caso di carenza o mancanza totale dell’enzima lattasi, il lattosio non viene digerito e rimane nel lume intestinale dove viene fermentato dalla flora batterica intestinale con conseguente richiamo di acqua e produzione di gas.
Sebbene allergie e intolleranze siano entrambe reazioni avverse a una molecola o a un alimento e possano presentarsi con una sintomatologia comune, esse risultano patologie estremamente differenti: i meccanismi alla base della loro insorgenza sono molto diversi.
I sintomi più comuni sono dolori addominali di tipo crampiforme, meteorismo, distensione addominale, digestione lenta, stanchezza, pesantezza di stomaco, senso di gonfiore gastrico e diarrea (ma in alcuni casi ci può essere anche stipsi) che insorgono da 1-2 ore a poche ore dopo l’ingestione di alimenti contenenti lattosio. Tuttavia tali sintomi non sono specifici: la sintomatologia è differente da paziente a paziente, con manifestazioni di diversa entità ed importanza, a seconda del grado di carenza di produzione dell’enzima lattasi.
Poiché i sintomi sono di varia natura e la loro percezione è soggettiva, è spesso difficile fare una diagnosi precisa. Vengono attualmente utilizzati due tipi di test per individuare questa intolleranza: l’H2-Breath Test ed il Test genetico.
Una volta individuata questa intolleranza, il paziente tende ad escludere dall’alimentazione cibi contenenti lattosio; l’eliminazione di latte e derivati
dall’alimentazione può rendere difficile soddisfare i fabbisogni di calcio, fosforo e vitamine.
Esistono però prodotti a base di lattasi che integrano l’enzima in caso di carenza: è stato dimostrato che l’integrazione alimentare di lattasi prima di
consumare un pasto contenente lattosio ne migliora la digestione ed aiuta ad eliminare o ridurre i sintomi nei soggetti che maldigeriscono il lattosio.

Ancora nessun commento: ma tu puoi essere il primo!  
Share This