Loading...

Così le donne mandano in fumo la loro salute

Secondo i dati dell’Osservatorio Fumo Alcol e Droga dell’ISS, il numero delle donne fumatrici in Italia è in crescita mentre è in calo quello degli uomini. Ne è la conferma anche un’ampia indagine promossa dalla fondazione Umberto Veronesi che mette in evidenza come il 45% delle donne italiane sia fumatrice.

Questo aumento di tendenza sembra essere giustificato dal fatto che alla sigaretta vengono spesso attribuite erroneamente proprietà antistress e distensive nei confronti delle tensioni della vita quotidiana. La conseguenza ovvia è che si sta assistendo nel nostro paese ad un aumento delle malattie correlate al tabacco nella popolazione femminile, senza contare che nelle donne il fumo compromette anche la fertilità, può essere causa di menopausa precoce e di fragilità ossea.

C’è però una nota positiva: dati dimostrerebbero come la maggior parte delle fumatrici abbia già tentato di smettere o comunque sarebbe intenzionata a farlo.
La probabilità di successo tuttavia continua ad essere bassa, a segnalare ancora una volta come sia indispensabile un corretto supporto professionale in questo percorso e una personalizzazione dell’intervento, sia esso farmacologico che psicologico.

Ancora nessun commento: ma tu puoi essere il primo!  
Share This