Loading...

Dolore cervicale

Ne soffrono più le donne che gli uomini ed il picco di insorgenza è nella fascia di età tra i 40 e i 60 anni.
I sintomi principali sono:

  • dolore che interessa l’area cervicale che si può diffondere alle spalle o all’area scapolare, oppure alla base del cranio;
  • mal di testa associato (cefalea cervicogenica);
  • irrigidimento o contrattura muscolare;
  • difficoltà nei movimenti del collo;
  • dolore che aumenta o diminuisce a seconda della postura assunta o dei movimenti compiuti;
  • indolenzimento ai muscoli di collo e spalle.

Tra i fattori di rischio ci sono l’età, fattori genetici, la mancanza di attività fisica, assunzione di posture sbagliate, stress, ansia, depressione, problemi psicologici, lavoro fisico eccessivo.

La cervicalgia aspecifica viene trattata con:

  • attività fisica specifica/fisioterapia atta a rafforzare la muscolatura cervicale;
  • assunzione di posture corrette soprattutto durante l’attività lavorativa ma anche durante il riposo notturno;
  • terapia con antinfiammatori o miorilassanti, per ridurre il dolore e l’irrigidimento muscolare.

Qualora i sintomi persistano per più di 10 giorni, siano conseguenti a eventi traumatici o ricorrano altri sintomi importanti quali vertigini, svenimento, dolore al petto, difficoltà a respirare, è bene rivolgersi al medico curante.

Ancora nessun commento: ma tu puoi essere il primo!  
Share This