Loading...

La fibrillazione atriale

La fibrillazione atriale è una patologia del ritmo cardiaco, che si manifesta mediante un battito rapido e irregolare, che potrebbe aumentare il rischio di infarto, ictus e altre complicanze cardiologiche.
Il cuore ha un suo sistema elettrico interno attraverso cui viaggiano gli impulsi che fanno contrarre le fibre muscolari: in condizioni normali, i segnali elettrici del cuore nascono dal nodo seno-atriale, localizzato nell’atrio destro e da qui si propagano all’atrio sinistro.
L’impulso fa contrarre gli atri e il cuore pompa il sangue nei ventricoli, che si riempiono e lo spingono fuori.
Nella fibrillazione atriale l’impulso non parte più dal nodo seno-atriale, così che l’attività elettrica degli atri è completamente disorganizzata e il battito cardiaco accelera e diventa irregolare.

Molto spesso le persone affette da questo disturbo possono non manifestare alcun sintomo e la patologia viene riscontrata per caso, nel corso di visite cardiologiche o esami di routine. In altri casi può invece manifestarsi mediante sintomi quali: palpitazioni, debolezza, fiato corto, vertigini, dolore toracico.
Qualora si avvertissero dei sintomi o segnali di una aritmia, si consiglia di rivolgersi ad un medico, che potrà confermare o meno la patologia mediante elettrocardiogramma, l’esame che registra il ritmo e l’attività elettrica del cuore.

Ancora nessun commento: ma tu puoi essere il primo!  
Share This