Loading...

Menopausa e sindrome metabolica

Secondo i più recenti sondaggi oltre 7 donne su 10 lamentano un aumento di peso con l’arrivo della menopausa, causato da modificazioni ormonali e metaboliche che accompagnano questo periodo.

Già dalla nascita la donna ha “per costituzione” una quantità totale di grasso corporeo superiore a quella dell’uomo, la quale si accentua poi con la pubertà.

Durante il periodo della menopausa, fattori come l’insufficienza ovarica, il cambiamento metabolico e l’aumento del grasso viscerale (secondario alla ridotta concentrazione di estrogeni e dipendente dalla dieta) possono contribuire al verificarsi della cosiddetta “sindrome metabolica”.

La sindrome metabolica è una condizione di rischio per molte patologie croniche, quali ipertensione arteriosa, dislipidemie, diabete di tipo II, malattie cardio e cerebro-vascolari, respiratorie, alcuni tipi di tumore e osteoartrosi.
Diventa quindi sempre più importante tenere il peso corporeo sotto controllo.

Alcuni consigli in menopausa:

  • seguire un regime alimentare equilibrato e variegato, in grado di garantire l’apporto di tutti i nutrienti;
  • consumare i pasti a orari regolari;
  • privilegiare il consumo di cereali integrali, legumi, verdura e frutta, rispettando la stagionalità dei cibi;
  • nell’apporto di proteine di origine animale, meglio il consumo di pesce di mare a quello della carne, preferendo comunque carni magre;
  • arricchire la dieta giornaliera con latte scremato o latticini magri;
  • preferire cotture al vapore o al forno;
  • ridurre il consumo di sale da tavola, sostituendolo con erbe aromatichee spezie;
  • utilizzare l’olio extravergine di oliva a crudo, evitando grassi animali come burro e strutto;
  • bere almeno 2 litri di acqua al giorno e limitare il consumo di caffè, bevande industriali e alcoliche;
  • dedicare almeno 30 minuti di attività fisica moderata al giorno per cinque giorni alla settimana.
Ancora nessun commento: ma tu puoi essere il primo!  
Share This