Loading...

Serotonina, “l’ormone del buonumore”.

La serotonina è una sostanza (neurotrasmettitore) sintetizzata dal nostro organismo che interviene in alcuni importanti processi fisiologici. Oltre a regolare il ritmo sonno/veglia, il senso di fame, la motilità intestinale, è conosciuta soprattutto per essere l’“ormone del buonumore”.

L’assunzione di determinati cibi può stimolarne la produzione: carne, prodotti caseari, semi vari, grano, banane, noci e più in generale alimenti a base di proteine.
Sono alimenti ricchi di L-triptofano, un amminoacido essenziale precursore della serotonina. Alcune vitamine del gruppo B e i carboidrati facilitano l’assorbimento e la conversione del triptofano da parte dell’organismo. La sintesi della serotonina a livello cerebrale è facilitata da una serie di reazioni alle quali partecipa anche l’S- Adenosil- L-  Metionina (SAMe).

Non è solo la dieta, ma anche il nostro stile di vita a influire sulla sua produzione.
L’esercizio fisico, è associato ad un aumento del triptofano e a una diminuzione degli aminoacidi a catena ramificata (leucina, isoleucina e valina).
Questi ultimi inibiscono il trasporto del triptofano nel cervello. A causa dell’aumento del triptofano plasmatico e della diminuzione degli aminoacidi a catena ramificata, vi è un sostanziale incremento della disponibilità di triptofano a livello cerebrale, pronto per essere convertito in serotonina.

Fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/

Ancora nessun commento: ma tu puoi essere il primo!  

Share This